clinica veterinaria via dei colli portuensi roma

Indirizzo V.le dei Colli Portuensi, 192

time

Lun - Dom Ambulatorio 24h

phone

Chiamaci +39 0658238489

parcheggio convenzionato clinica veterinaria roma

Parcheggio convenzionato V.le dei Colli Portuensi, 106/a

I FORASACCHI

I FORASACCHI

I FORASACCHI

Cosa sono

Sono le spighe di alcune graminacee. Si riconoscono dalla forma a spiga e dal colore giallo dorato che assumono quando iniziano a seccarsi (primavera-estate). Le spighe diventano pericolose solo quando sono secche e la loro punta diventa dura e acuminata. Le dimensioni variano da 1 a 3 centimetri. La loro robusta punta e le ali provviste di piccoli uncini disposti in maniera tale da consentire il movimento solo in avanti, li rendono un pericolo stagionale da non sottovalutarePer la loro particolare struttura hanno la capacità di penetrare in diverse cavità (orecchie, naso, occhi, spazi interdigitali) attraverso la superficie cutanea, formando una fistola anche molto profonda. I forasacchi rappresentano un pericolo soprattutto per i cani. Infatti i gatti, pulendosi costantemente il pelo, sono capaci di rimuovere le spighe da soli prima che queste possano causare danni.

Come accorgersene e cosa fare

I forasacchi nelle orecchie: provocano un forte fastidio, il cane inizia a scuotere violentemente la testa. A volte la testa appare ruotata verso l’orecchio al cui interno è presente il forasacco.

In tal caso è importante portare in visita immediatamente il paziente per evitare infezioni batteriche e danni alla membrana timpanica. Il più delle volte è possibile asportare il forasacco dalle orecchie senza l’ausilio della sedazione; per alcuni soggetti più vivaci è necessario ricorrere alla sedazione leggera o profonda, per evitare un eccessivo stress al paziente e prevenire movimenti improvvisi della testa pericolosi durante la procedura di estrazione.

I forasacchi nel naso: possono fermarsi a livello delle cavità nasali del paziente; il sintomo è lo starnuto, inizialmente frequente poi più placato o assente; gli starnuti possono essere accompagnati dall’emissione di poche gocce di sangue.

È importante portare in visita immediatamente il paziente per eliminare il forasacco, onde evitare la formazione di un ascesso all’interno delle cavità nasali o che esso possa proseguire il suo percorso lungo l’albero bronchiale. Tale procedura va eseguita con il paziente necessariamente in anestesia generale poiché il minimo movimento dell’animale provocherebbe un’ emorragia tale da precludere la visuale al medico durante l’estrazione.

I forasacchi nel sottocute: quando il forasacco si imprigiona nel pelo, la punta affilata crea un foro nella pelle dal quale penetra tutta la spiga. La sede di elezione è lo spazio interdigitale, ma può capitare anche nelle pieghe genitali o in un qualsiasi altro punto del corpo. Quando il forasacco è entrato completamente, il foro di entrata si richiude e si forma una pustola che il cane si leccherà assiduamente. E’ importante portare immediatamente il paziente in visita poiché il forasacco inizia a "camminare" nel sottocute creando un tragitto fistoloso talvolta lunghissimo e dal quale può diventare molto difficile estrarlo.



Commenti(0)

lascia un commento