clinica veterinaria via dei colli portuensi roma

Indirizzo V.le dei Colli Portuensi, 192

time

Lun - Dom Ambulatorio 24h

phone

Chiamaci +39 0658238489

parcheggio convenzionato clinica veterinaria roma

Parcheggio convenzionato V.le dei Colli Portuensi, 106/a

SINDROME DA DILATAZIONE E TORSIONE GASTRICA

SINDROME DA DILATAZIONE E TORSIONE GASTRICA




Cosa è la GDV?

    La Sindrome da torsione gastrica detta GDV(Complesso Dilatazione /Torsione gastrica) è una patologia che consiste nell’aumento di volume dello stomaco associato alla rotazione su se stesso; va distinto dalla      semplice dilatazione gastrica dove non c’è torsione dello stomaco ma esclusivamente una sua distensione.

    La mortalità dei pazienti in corso di GDV, se portati in adeguata struttura di pronto soccorso, è del 30-50 %.

    Non si conosce la causa esatta che scatena la torsione gastrica; tuttavia si suppone che alla sua base ci siano una concomitanza di cause predisponenti.

    Le razze a rischio sono diverse ma fondamentalmente tutti i cani di peso superiore a 20 Kg possono andare incontro a questa patologia. Le razze maggiormente predisposte sono comunque quelle di grossa taglia     e a torace profondo, quali: Alano, Rottweiler, Dobermann, Pastore Tedesco, Setter, Molossoidi, Pastori Maremmani.    

    Fra i cani di media taglia è riportata invece una maggiore incidenza negli Shar-pei e nel Basset Hound. Esistono tuttavia alcuni rari casi di GDV anche in cani di piccola taglia e nei gatti.

 

Quali sono i sintomi?

Il paziente in corso di GDV presenta addome disteso e dilatato (i proprietari definiscono il proprio animale “gonfio”). La torsione dello stomaco è una condizione dolorosa perciò i sintomi più precoci sono proprio l’irrequietezza e il disagio. Il cane che ha in atto una torsione dello stomaco tende ad essere molto agitato e insofferente, non vuole sedersi e cerca una posizione che gli faccia sentire meno dolore. Compaiono inoltre conati di vomito non produttivi.

“Il mio cane tenta di vomitare ma non ci riesce”, è la frase più comune riferita dal proprietario al telefono con il veterinario. Il cane con torsione dello stomaco può presentarsi sia ancora deambulante che disteso su un fianco, a seconda del tempo intercorso tra l’inizio della GDV e il ritrovamento dell’animale da parte del proprietario.

Cosa devo fare se il mio cane ha una GDV?

In corso di torsione gastrica è di vitale importanza che il cane venga immediatamente portato presso il pronto soccorso più vicino, in quanto le complicazioni di tale evenienza sono molteplici e si verificano rapidamente, in modo ingravescente, nell’arco di poche ore.

Il medico veterinario di pronto soccorso effettuerà una decompressione dello stomaco, una lavanda gastrica e, subito dopo, dovrà essere effettuata una chirurgia d’urgenza volta a:

-          Riposizionare correttamente lo stomaco sul suo asse e ancorarlo alla parete toracica, in modo da evitare il ripresentarsi della patologia.

-          Controllare lo stato dei diversi organi addominali, come la milza e la parete dello stomaco; con una certa frequenza infatti può accadere che lo stomaco vada incontro a necrosi, e quindi ne debba essere asportata una parte; può altresì capitare di dover asportare la milza qualora questa avesse subito dei danni troppo severi.

Queste evenienze sono tanto più frequenti quanto più tempo intercorre dall’inizio della GDV alla chirurgia.

Quali accorgimenti posso adottare per il mio cane?

Gli accorgimenti del proprietario che possono in qualche modo scongiurare l’evenienza della GDV sono:

-          Alimentare il cane con due/tre pasti giornalieri e non in un’unica somministrazione.

-          Evitare che il cane cerchi di ingurgitare rapidamente il cibo (per non favorire l’ingestione di aria durante il pasto).

-          Non far correre e saltare il proprio cane subito prima e nelle 2-3 ore successive ai pasti.


La GDV è una patologia molto grave poiché insorge rapidamente.

Nell’arco di poche ore la situazione può degenerare fino a mettere a rischio la vita del paziente. La morte può insorgere per rottura dello stomaco o arresto cardiocircolatorio.



Commenti(0)

lascia un commento